piedi camminanti

Oasi in Cammino

Le Oasi WWF “Calanchi di Atri” e “Lago di Serranella” aderiscono alla Giornata Nazionale del Camminare

La Giornata del Camminare è una manifestazione nazionale promossa da FederTrek per promuove la diffusione della cultura del camminare attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini, del mondo dell’associazionismo e delle amministrazioni locali.

Domenica 11 ottobre in tutta Italia si camminerà per tornare a scoprire e viaggiare al ritmo dei nostri passi, al ritmo del nostro cuore.

FederTrek, fin dalla prima edizione, vuole far conoscere e diffondere soprattutto le buone pratiche quotidiane, come appunto il camminare, un gesto semplice e naturale determinante nella prospettiva di dare un sostanziale contributo a migliorare la qualità della vita, in particolare in ambito urbano.

Il camminare alla base del turismo lento e sostenibile vede come aree di elezione proprio le aree protette sia come promozione e divulgazione della cultura del camminare, non solo in Natura.

Lo IAAP aderisce alla Giornata Nazionale del Camminare con le due escursioni che domenica vedranno protagoniste le Oasi WWF “Calanchi di Atri” e “Lago di Serranella” (per maggiori informazioni clikka sui link).

locandina escursione Calanchi di Atri

Escursione “Autunno in Oasi” – Oasi WWF “Calanchi di Atri”.

locandina escursione serranella

Evento “Escursione sul percorso del Gogna” – Oasi WWF “Lago di Serranella”

banner evento punta acquabella

Punta dell’Acquabella: Non solo Falesie

con il Life CALLIOPE conosciamo le nostre Riserve per contribuire a conservare la loro biodiversità

Sabato 29 agosto appuntamento per conoscere e scoprire la Riserva Naturale Regionale Punta dell’Acquabella.

L’iniziativa rientra tra le attività di conoscenza e sensibilizzazione dei turisti, cittadini e degli altri portatori d’interesse in merito ai siti interessati dal progetto Life CALLIOPE.

CALLIOPE (“Coastal dune hAbitats, subLittoraL sandbanks, marIne reefs: cOnservation, Protection, and thrEaths mitigation – CALLIOPE” – LIFE17 NAT/IT/000565), ha come obiettivi generali la conservazione, la protezione e la mitigazione delle minacce antropiche negli ambienti costieri.
CALLIOPE vede la Regione Abruzzo come capofila e il Comune di Vasto come partner insieme all’Università del Molise, il CIRSPE (Centro Italiano Ricerche e Studi per la Pesca), l’Università Frederick di Cipro (FU) e il Ministero dell’Ambiente di Cipro.

Gli interventi previsti nel progetto, che è stato approvato all’interno del approvato all’interno del Programma Life dell’Unione Europea, sono orientati al recupero di habitat di dune sabbiose (come 1210, 1410, 2110, 2120, 2230, 6420), in particolare per l’habitat 2250 “Dune con ginepri” per quanto riguarda i Siti Natura 2000 abruzzesi sulla costa e per la ZSC “Periochi Polis – Gialia” nella costa nord- occidentale di Cipro, alla protezione delle scogliere marine (1170) con incremento dell’habitat idoneo per la specie target dattero (Lithophaga lithophaga), e la protezione dei fondali sabbiosi caratterizzati dalla presenza di Cymodocea nodosa (1110).
CALLIOPE si propone di promuovere una gestione integrata delle aree marino/costiere per una migliore conservazione degli habitat terrestri e marini e delle specie target presenti seguendo l’European ICZM Strategy, attraverso l’aggiornamento dei Piano di Gestione dei SICs coinvolti e la stesura di un Piano di Azione Costiero per la regione Abruzzo e per la costa meridionale di Cipro.

Per informazioni e prenotazioni relative all’evento di sabato 29 agosto:

– inviate un messaggio al numero Whatsapp 333/7971892;

– mandate una mail all’indirizzo di posta elettronica segreteria@iaap.it.

Punto di ritrovo alle ore 9 presso Ingresso della Riserva, C.da San Donato di Ortona (dietro Cimitero Militare Canadese).

locandina evento 29 agosto ortona

L’iniziativa sarà svolta nel rispetto delle prescrizioni per il contenimento e il contrasto della Covid 19.

Porta con te la tua mascherina.

api alveare

Il viaggio di un Ape

A Borrello presso la Vetrina della Riseva, lunedì 24 agosto, ore 10

L’Oasi WWF Cascate del Verde in collaborazione con l’Azienda apistica “C’era una volta il miele” insieme per la tutela delle api.

Le api hanno un ruolo importantissimo all’interno dei cicli naturali per il mantenimento della biodiversità. Sono insetti impollinatori, cioè permettono l’impollinazione e di conseguenza la formazione dei frutti, trasportando il polline da un fiore all’altro. Attraverso questa attività garantiscono la presenza di specie vegetali diverse e la variabilità all’interno delle stesse.

Noi spesso conosciamo le api e pensiamo al loro valore solo in relazione ai prodotti che ci donano, ma uno studio condotto in Svizzera nel 2005 ha evidenziato come il valore economico dell’impollinazione da parte delle colonie di api domestiche è molto più alto di quello che proviene dai prodotti diretti dell’apicoltura (miele, polline, cera d’api, ecc.). In Svizzera le colonie di api hanno assicurato una produzione agricola annua del valore di circa 256 milioni di franchi svizzeri (213 milioni di dollari), l’impollinazione genera un valore economico che è cinque volte il valore generato dalla sola produzione di miele, che è di circa 60 milioni di franchi (circa 50 milioni di dollari). Valutando una sola colonia di api, si stima una produzione di 1.260 franchi (1.050 dollari) in frutti e bacche impollinate e solo 258 franchi (215 dollari) per i prodotti diretti dell’apicoltura, ad esempio miele, cera d’api, polline.

Inoltre le api domestiche e selvatiche sono responsabili di circa il 70 % dell’ impollinazione di tutte le specie vegetali viventi sul pianeta, garantendo il 35% della produzione globale di cibo e delle 100 colture da cui dipende il 90 per cento della produzione globale di cibo, 71 sono legate al lavoro di impollinazione delle api. Solo in Europa, ben 4 mila varietà agricole dipendono dalle api.

Purtroppo l’uso di pesticidi in agricoltura e l’aumento dell’inquinamento, hanno causato una riduzione enorme nel numero di questi insetti nel mondo. La situazione è gravissima. Alto l’allarme.

Il WWF ha lanciato a tal prosito la campagna Bee Safe aderendo anche insieme ad altre organizzazioni in Italia e in Europa alla campagna europea “Salviamo api e agricoltori”.

Salvare le api e gli impollinatori, vuol dire salvare noi stessi, oltre alla Natura.

Oguno di noi può fare qualcosa:

  • Consuma prodotti da agricoltura biologica e dell’apicoltura nazionale;
  • Semina e pianta nel tuo orto, giardino o aree verdi fiori e piante nettarifere utili per gli insetti impollinatori;
  • Colloca nidi/rifugi per insetti impollinatori negli orti, giardini e balconi e davanzali di casa
  • Partecipa alle iniziative locali di “citizen science” per il monitoraggio degli insetti impollinatori (apoidei, lepidotteri, ecc.);
  • Chiedi alla tua Amministrazione comunale di gestire il verde pubblico con metodi biologici e di realizzare aree idonee per la conservazione degli insetti impollinatori con semina di piante nettarifere e di collocare nidi/rifugi per insetti nelle aree verdi;
  • Unisciti alla nostra petizione a sostegno della transizione ecologica della nostra agricoltura e la tutela degli insetti impollinatori;
  • Sostieni i progetti e le azioni per la tutela degli insetti impollinatori all’interno delle Oasi e riserve WWF .

Per maggiori informazioni puoi vedere il “Webinar WWF – Salviamo le Api“.

locandina api oasi wwf cascate del verde

L’iniziativa si svolgera nel rispetto della normativa per il contenimento e il contrasto della Covid 19. Porta con Te la Tua mascherina.

Per informazioni e prenotazioni: Vetrina della Riserva Cascate del Verde

Tel. 0872/945022

(Foto in copertina di Graziella Marino).

Foto cascata Rio Verde

#SiAmoNatura a Borrello

Continuano con successo gli incontri organizzati nella Vetrina della Riserva in questa estate 2020.

L’Oasi come luogo di crescita e di riflessione per parlare e conoscere dell’attualità e della realtà che viviamo cercando e ascoltando le chiavi di lettura che incontriamo sul nostro percorso di vita.

#SiAmoNatura e ogni cosa che accade ce lo ricorda, anche se nella frenetica vita di tutti i giorni il lavoro e gli altri impegni ce lo fanno dimenticare o non ci danno il tempo di riflettere, capire, metabolizzare.

Tutto ha influenza sulla nostra vita e sulla nostra salute e averne consapevolezza ci deve portare a cambiare le nostre abitudini per allungare la nostra vita e quella del nostro Pianeta.

Martedì 18 agosto l’incontro con l’Ayurveda. Ayurveda è una parola composta da ayur, durata della vita o longevità, e veda conoscenza rivelata.

Si occupa sotto tutti i punti di vista del benessere delle persone, nel loro aspetto fisico, psichico e spirituale e si occupa delle patologie tanto quanto dello stato di salute normale. Lo scopo è quello di aiutare le persone malate a curarsi e le persone sane a mantenere il proprio benessere e prevenire le malattie.

Locandina 18 aogosto Ayurveda

Per info e contatti: 0872/945022 – e-mail: vetrinadellariserva.borrello@gmail.com

Facebook: Vetrina della Riserva Cascate del Verde

Vi aspettiamo in Riserva!

Fiume Fiumetto

Estate in Riserva a Fiume Fiumetto

Partito il calendario di iniziative per i mesi di agosto e settembre

Dopo l’inaugurazione del Wake Up Camp parte da Ferragosto la stagione di attività ed eventi all’interno della Riserva Naturale (Parco Territoriale Attrezzato) di Fiume Fiumetto.

10 incontri all’insegna della sostenibilità e del fare Comunità che si terranno in Riserva. Punto di incontro e partenza il Centro Visite a Castiglione della Valle (Colledara).

Calendario Estivo Fiume Fiumetto

Si parte il 15 con il Ferragosto Plastic Free, a seguire le 4 proiezioni del giovedì (20 e 27 agosto, 3 e 10 settembre) della Rassegna cinematografica “Cinema del Reale” dell’UCCA, momenti di approfondimento il 21 agosto sulla fauna della Riserva con l’ecologo Mauro Fabrizio,  il 26 con l’esperto di meteorologia Marco Di Loreto e il 30 agosto con l’Unione Astrofili Teramani.

Il 5 e 6 settembre come già detto nel precedente articolo ci sarà la I edizione della Summer School di Fiume Fiumetto e il 19 settembre si concluderà con un incontro per fare il punto sulla conservazione della Natura e lo stato della rete delle aree protette in Provincia di Teramo.

Scegliete l’appuntamento che più vi interessa e cerchiate in rosso quella data per ricordarvi di venirci a trovare. Fiume Fiumetto è un posto speciale che merita di essere scoperto.

Tutte le iniziative si svolgeranno nel rispetto delle normative per la prevenzione e il contenimento della Covid 19. Ricorda di portare con Te la mascherina.

Per info e altre comunicazioni: info@coocori.it

Ti aspettiamo in Riserva!

summer school fiume fiumetto

Summer School a Fiume Fiumetto

I edizione della Summer School di Fiume Fiumetto 5 e 6 settembre a Castiglione della Valle

La Riserva naturale di Fiume Fiumetto (Parco Territoriale Attrezzato), in collaborazione con l’Istituto Abruzzese per le Aree Protette, WWF Teramo e con il supporto della Cooperativa di Comunità Riscatto promuove un momento di formazione dedicato all’educazione alla sostenibilità rivolto in particolare ad operatori dell’educazione ambientale, studenti (maggiorenni) ed insegnanti di varie discipline delle scuole di ogni ordine e grado che abbiano necessità o voglia di approfondire le metodologie e la didattica, ma anche per chi ha interesse ad intraprendere una attività cosi importante per la tutela dell’ambiente.

workshoop ora networkL’obiettivo è di provare ad avere sul nostro territorio sempre più attività e iniziative di Educazone alla sostenibilità che abbiano efficacia e che possano far scaturire molteplici e diversi  progetti di educazione ambientale sulle tematiche dei cambiamenti climatici e della sostenibilità in generale.

Il corso verrà svolto presso la sede della Riserva naturale di Fiume Fiumetto, a Castiglione della Valle, nel comune di Colledara.

Il Corso Attraverso lavori di gruppo e lezioni partecipate, affronterà  i temi principali della conservazione della natura,  la biodiversità e la necessità della tutela degli ecosistemi facendo attenzione a tutti quei comportamenti sbagliati che l’uomo continua ad attuare nella vita di tutti i giorni.

Obiettivi:

  • Conoscere il mondo delle aree protette, funzioni e utilità per la nostra vita;
  • Stimolare una consapevolezza dell’importanza della tutela dell’ambiente  ed in particolare le conoscenze della problematica dei cambiamenti climatici;
  • Approfondire la progettazione di iniziative di educazione alla sostenibilità nelle nostre scuole e sviluppare conoscenze di metodi e strumenti propri dell’educazione alla sostenibilità.

Argomenti trattati: Cambiamenti Climatici e comportamenti umani, aree protette (organizzazione, funzione ed utilità);  la tutela degli ambienti naturali, il valore della conservazione.

Metodologia:  Il corso si svolgerà  con lezioni frontali, lezioni partecipate attraverso gruppi di lavoro e giochi di ruolo, escursione e laboratori sul campo.

Quota partecipazione: 20€ per soci WWF, 30€ per i non soci (La quota di partecipazione prevede: posto tenda a terra, rinfresco di benvenuto e cena del 05/09, colazione e pranzo del 06/09).

Per Info e Iscrizioni: segreteria@iaap.it

Per informazioni su campeggio wake up camp: wakeupcamp@coocori.it

locandina summer school

copertina wake up camp

Fiume Fiumetto: Primo campeggio ecosostenibile a impatto zero!

Inaugurazione Wake Up Camp

Sabato 8 agosto un sogno diventa realtà! Apre a Colledara il primo campeggio ecosostenibile a impatto zero “Wake Up Camp”.

Il Riscatto di una Comunità che dopo il terremoto riparte da se stessa e dalle risorse naturali, storiche e culturali, dal Territorio e dalle Persone.

Castiglione della Valle con la cornice della Riserva di Fiume Fiumetto, una Riserva di Comunità che torna ad essere luogo dove rigenerarsi e riscoprire e ricostruire il rapporto “uomo-natura”.

inaugurazione wake up camp colledara

Programma della giornata:

  • ore 9:00 lezione introduttiva di Yoga (necessario prenotarsi al numero 3494459906)
  • ore 12,30 escursione con pranzo al sacco a fiume fiumetto
  • ore 18,30 saluti istituzionali e presentazione Cooperativa
  • ore 20,00 aperitivo cenato.

Per informazioni: info@coocori.it

Lago di Serranella

Agosto, mare mio non ti conosco….. vado a Serranella!

Continuano le inziative per poter fruire la Riserva in modo divertente, scoprire e apprendere nuove cose sulla Natura e su Se stessi.

D’esteate non c’è solo il mare. Se vi siete annoiati di stare in spiaggia e in riva al mare venite a trovarci.

calendario attività agosto Serranella

Per maggiori info vai sulla nostra pagina Oasi WWF Lago di Serranella e clicca “Mi piace”.

Le attività sono svolte nel rispetto della normativa per la prevenzione e il contenimento della Covid 19.

PRENOTAZIONE E’ SEMPRE OBBLIGATORIA.

ascesa al Gran Sasso Ora Network

Capitale Naturale, Giovani e Comunità locali: approvato progetto Erasmus+ sulle imprese sociali

Buone notizie! #GoodNews #ORANews

Approvato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani il progetto Erasmus+ “Social Enterprise and Natural Capital: an opportunity for young people and local communities” (“L’Impresa sociale ed il Capitale Naturale: un’opportunità per i giovani e le comunità locali”) presentato dall’ARCI di Chieti in collaborazione con l’Istituto Abruzzese Aree Protette.

Il progetto si inserisce nella programmazione delle attività di una partnership locale ed internazionale, costruita e operativa da tempo, all’interno del Network Europeo ORA (Osserva, Ripensa, Agisci) di cui IAAP è membro.

Saranno coinvolte direttamente otto, tra associazioni no profit,centri giovanili, imprese sociali e centri di educazione ambientale europei provenienti da Italia, Bosnia Erzegovina, Regno Unito, Montenegro, Albania, Belgio, Serbia, Bulgaria e diversi stakeholder abruzzesi.

Il progetto intende realizzare un percorso educazionale, conoscitivo, formativo ed esperienziale basato sui principi dell’Educazione Non Formale capace di trasferire alle organizzazioni europee ed ai loro beneficiari idee e conoscenze su come sviluppare l’imprenditorialità sociale nel quadro del capitale naturale. La Natura intesa in senso lato come l’insieme degli elementi fondanti della nostra società ma anche come capitale naturale a nostra disposizione, può fungere come un fruttuoso playground all’interno del quale stimolare l’impegno concreto dei giovani, la riflessione sul proprio ruolo sociale e migliorarne le opportunità occupazionali al fine di utilizzare pienamente il loro capitale umano nel processo di sviluppo e crescita socio-economica delle comunità in cui essi vivono. In tal senso anche la scelta delle buone pratiche presenti nelle Aree Protette coinvolte che diventano il laboratorio e la palestra dove trovano applicazione concreta in particolare tali aspetti.

progetto erasmus+ approvato

Un totale di 70 partecipanti, provenienti dagli otto paesi europei che costituiscono il partenariato e suddivisi tra youth workers, educatori, volontari, responsabili di centri ed organizzazioni giovanili, giovani adulti di età compresa tra i 18 e i 30 anni (soprattutto provenienti da condizioni di svantaggio sociale ed economico) saranno impegnati in tutte le attività previste.

Tramite il Comitato provinciale di ARCI Chieti, con la sua rete dei circoli locali, e le Oasi WWF Cascate del Verde e Lago di Serranella, sarà promossa la partecipazione di ragazzi da tutta provincia di Chieti.

Il percorso progettuale sarà strutturato in 3 incontri internazionali: a Novembre 2020 una Visita di Studio per conoscere buone prassi nell’area del Parco nazionale della Majella, a Febbraio 2021 un Seminario metodologico che avrà luogo a Banja Luka (Bosnia ed Erzegovina) ed a Maggio 2021 un Training Course per la formazione di operatori che avrà luogo a Borrello (CH). Inoltre verranno realizzati tre webinar i cui temi saranno decisi direttamente dai partecipanti e che rappresenteranno un ulteriore focus formativo su questioni specifiche che saranno considerate utili e importanti per un migliore sviluppo delle attività e come ulteriore aumento delle conoscenze e delle competenze.

Tra le attività previste, il progetto intende anche pianificare e realizzare futuri progetti con il Programma ERASMUS+ al fine di generare ulteriori possibilità di inclusione e di sviluppo personale per i giovani europei e le loro comunità locali.

Al termine delle attività, verrà prodotto un opuscolo finale in cui saranno raccolti tutti i risultati ed i prodotti realizzati durante l’intero progetto come ulteriore strumento di condivisione e di disseminazione.

A pranzo in compagnia dell’Orso marsicano

Parte dall’Oasi Gole del Sagittario un’iniziativa del WWF per far conoscere il plantigrado

Se vieni ad Anversa degli Abruzzi per visitare l’Oasi WWF – Riserva Naturale Regionale Gole del Sagittario e il borgo da oggi potresti “incontrare” l’Orso bruno marsicano fermandosi in uno qualsiasi degli esercizi di ristorazione presenti in paese. Come?

Su una tovaglietta con belle immagini e testi essenziali che ti aiuteranno a conoscere l’orso.

“Abbiamo consegnato gratuitamente le tovagliette dell’orso a bar e ristoranti del paese”, spiega Sefora Inzaghi, Direttrice dell’area naturale protetta. “Sulle nostre tovagliette, invece delle solite pubblicità, gli avventori troveranno informazioni sull’orso e sulle buone norme di comportamento da tenere nel caso di un incontro con il plantigrado, sempre possibile in questo territorio.

consegna tovaglietta orsoLa grafica delle tovagliette è stata realizzata nell’ambito della campagna Orso 2X50 del WWF Italia che punta al raddoppio della popolazione di Orso bruno marsicano entro 2050. Le tovagliette saranno distribuite nell’areale della specie, ma in attesa che procedere su larga scala, abbiamo pensato di iniziare a sperimentarle proprio qui. tovagliorsa anversa degli abruzzi

Le prime stampe sono state possibili grazie a fondi residui che la Regione Abruzzo ci ha affidato per attività di prevenzione: è fondamentale lavorare in questo senso perché la conoscenza è lo strumento migliore per favorire la convivenza tra uomo e orso, possibile e facilmente realizzabile con l’impegno di tutti”.

Da sempre l’Oasi WWF Riserva Naturale Regionale delle Gole del Sagittario lavora a un programma di sensibilizzazione per le popolazioni locali e per i turisti che vengono a trascorrere le loro vacanze nelle terre in cui abita anche l’orso. Un lavoro finalizzato a ridurre le occasioni di conflitto: si donano e si installano recinti elettrici per la difesa del bestiame, delle colture di pregio e degli apiari; si recuperano alberi da frutta selvatici; si installano dissuasori ottici e luminosi sulle strade per ridurre il rischio di incidenti.

campi_orso_2019

“L’Oasi di Anversa degli Abruzzi, anche grazie all’impegno e alla sensibilità degli amministratori comunali, è al centro delle attività del WWF Italia per la tutela dell’Orso marsicano”, conclude Dante Caserta, vicepresidente del WWF Italia. “Da qui, proprio in questi giorni, si organizzano le giornate di volontariato della nostra campagna “Volontari per l’Orso” che sta richiamando giovani e meno giovani da tutta Italia e che durante l’estate e fino all’inizio dell’autunno ci permetterà di intervenire in vari comuni dell’Abruzzo, del Lazio e del Molise per aumentare le misure di prevenzione danni e di sensibilizzazione. La collaborazione tra istituzioni, associazioni, operatori turistici e volontari è fondamentale per garantire la salvezza di questo splendido animale”.